Dott.ssa Silvia Toti – Psicologa Psicoterapeuta

Psicologa Psicoterapeuta Imola – Psicologa Psicoterapeuta Castel San Pietro – Psicologa Psicoterapeuta Bologna

Dott.ssa Silvia Toti

FORMAZIONE E ATTIVITA’

Iscritta all’Ordine degli Psicologi dell’Emilia Romagna con numero 6319.

Ho studiato Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Padova e ho frequentato la Scuola di Specializzazione Quadriennale in Psicoterapia Interattivo-Cognitiva di Padova. L’approccio che utilizzo nella pratica lavorativa attribuisce importanza ai significati che il sintomo assume nel contesto di vita e solitamente consente una risoluzione in tempi brevi delle situazioni problematiche.

Mi sono perfezionata con il Corso di Alta Formazione in Psicologia Oncologica secondo il Modello Mente-Corpo presso l’Ospedale Bellaria, AUSL di Bologna e con un Master in Psicologia Giuridica a Roma.
Svolgo attività clinica presso lo studio privato di Imola, il Poliambulatorio Castellano di Castel San Pietro e il Poliambulatorio Sinergia di Bologna; mi occupo inoltre di formazione in ambito psicosociale e sanitario per professionisti socio-sanitari in collaborazione con Associazione Seneca – Formazione e Sviluppo delle Risorse Umane di Bologna e Associazione Cfp-Futura di San Giovanni in Persiceto; sono docente/formatore per Corsi E.C.M. presso Ospedali Privati Riuniti S.p.a di Bologna (Ospedale privato accreditato Nigrisoli e Ospedale privato accreditato Villa Regina); in parallelo promuovo percorsi e serate formative, conferenze e laboratori esperienziali orientati alla salute e al benessere psicologico su incarico di vari enti e associazioni culturali nel territorio emiliano-romagnolo.
Mi occupo infine di Perizie e Consulenze Tecniche di Parte nei casi di separazione, divorzio e affido familiare, valutazione postumi d’infortunio o d’incidente per infortunistica, valutazione del danno biologico di natura psichica e danno esistenziale nell’ambito della perizia medico-legale.

 

ESPERIENZA PASSATA

Prima di trasferirmi presso lo studio privato di Imola ho svolto per un anno attività clinica di consulenza psicologica presso il Poliambulatorio Privato Centro Salus della stessa cittadina. In quel periodo ho promosso inoltre progetti sulle emozioni in età dello sviluppo rivolti alle scuole materne del territorio.

In occasione del terremoto che ha colpito il territorio emiliano nel 2012, ho partecipato come psicologo volontario al Progetto Tellure, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova, volto a promuovere interventi di comunità per le popolazioni colpite dal terremoto nel comune di Mirandola (MO).

Ho co-condotto una ricerca qualitativa, con il contributo dei medici di medicina generale, sulle aspettative della cittadinanza in merito all’utilità ed efficacia del servizio di Consulenza Psicologica inserito all’interno di alcune farmacie di Brescia.

Nel mio percorso di formazione post-lauream ho prestato collaborazione a diversi presidi ospedalieri e servizi territoriali del Sistema Sanitario Nazionale.
Nello specifico ho svolto consulenza, valutazioni psicodiagnostiche e sostegno psicologico presso l’U.O.C. Psicologia Clinica Ospedaliera dell’Ospedale Bellaria di Bologna, il servizio U.O. Disabilità Intellettive dell’U.L.S.S. 16 di Padova, il servizio U.O.S.D. SER.T Bologna Est, acquisendo competenze nel sostegno e terapia a persone con problemi alimentari (anoressia, bulimia, obesità…), a persone con malattie croniche e i loro familiari (oncologia, cardiopatia, atassia, dialisi…), a difficoltà conseguenti disabilità psichiche/motorie e a persone con problematiche di dipendenza. Sono stata inoltre socio attivo dell’Associazione Internazionale per la Ricerca sull’Entanglement in Medicina e Psicologia (A.I.R.E.M.P.), con l’incarico di gestione della segreteria organizzativa regionale dell’Emilia Romagna.

Anche prima della laurea ho avuto modo di sperimentarmi in diversi ambiti d’intervento, grazie ai tirocini che ho svolto.
Alla U.O. Clinica Psichiatrica dell’Ospedale Sant’Anna di Ferrara, sotto la direzione del Prof. Grassi, ho partecipato a corsi di formazione per il personale sanitario sulla relazione con il paziente oncologico e i familiari, affiancando al contempo i professionisti nella loro attività clinica.
Presso il Consultorio Familiare di Imola (BO) ho avuto modo di collaborare alla conduzione dei corsi di preparazione al parto, acquisendo competenze nella gestione di un momento così delicato come quello della nascita e del “diventare genitori”. Al contempo ho partecipato alla realizzazione dei progetti “La sessualità a scuola”, “Noi e il cibo”, “Differenze di genere in età dello sviluppo”, rivolti ai ragazzi delle Scuole Medie Inferiori e Superiori del comune di Imola, e ho svolto attività di ricerca sui comportamenti a rischio negli adolescenti, presentata in occasione del convegno del 2008 “Adolescenza: viaggio tra rischi ed opportunità”.
Presso la Cooperativa Sociale Gaia di Argenta (FE) ho inoltre lavorato come educatore nel doposcuola per adolescenti e pre-adolescenti e come educatore di sostegno a bambini diversamente abili nelle scuole d’infanzia e primarie; ho progettato e co-condotto un intervento di Terza Area presso l’Istituto professionale di Istruzione Secondaria Superiore (IPSIA) di Argenta (Fe); sono stata inoltre socio-fondatore dell’Associazione “La Tartaruga- diamo voce all’handicap”.

Fin dai tempi universitari, dunque, ho investito tempo ed energie cercando di coniugare lo studio teorico della psicologia con situazioni di vita che mi consentissero di cogliere le mille sfaccettature della psiche umana. Ben presto mi sono accorta che le persone escono dai confini di prevedibilità delineati dalle categorie diagnostiche descritte sui libri, per arricchire il loro agire in relazione a chi hanno di fronte, alle risposte che ottengono dal contesto di vita e ai riflessi identitari che ne traggono.

Tenere conto di tale variabilità e imprevedibilità è pertanto uno dei compiti principali dello psicologo che si appresta alla sofferenza altrui, associato alla promozione di interventi personalizzati ed efficaci per la persona che chiede consulenza.